Secondo giorno dedicato al suono nell’ambiente Max a cura di Matteo Marson

ore 10-18
presso gli ARCA STUDIOS – Docks Dora, via Valprato 68, Torino

Domenica 27 maggio 2018

Max è un linguaggio di programmazione multimediale che consente la creazione e manipolazione in tempo reale di suoni ed immagini. Attraverso Max è possibile creare performance audio/video interattive, ricevere ed interpretare informazioni inviate da sensori che misurano grandezze del mondo fisico, controllare digitalmente sintetizzatori hardware, creare strutture compositive e molto altro. Grazie all’introduzione di Max for Live è inoltre possibile creare plugin da usarsi all’interno di Ableton Live, un software per la produzione musicale, con la possibilità di personalizzare infinitamente le catene di elaborazione del segnale audio all’interno del programma.

La creazione di un suono attraverso il computer necessita spesso della regolazione di numerosi parametri. Una delle maggiori sfide nell’ambito della Computer Music è costituita dalla ricerca di strategie per ridurre la quantità di parametri da regolarsi singolarmente, per rendere l’interazione con la macchina più “umana” e musicale e per sfruttare le capacità di calcolo del computer per superare i limiti delle capacità umane.

Il workshop sarà incentrato sull’utilizzo di Max nell’ambito della composizione assistita al calcolatore, ovvero la branca della Computer Music le cui tecniche consentono la creazione/manipolazione di suono e di partiture musicali attraverso l’utilizzo di strategie algoritmiche. Le tecniche di composizione assistita permettono, all’atto pratico, di creare qualunque suono o composizione le cui caratteristiche siano determinate da un insieme di relazioni e vincoli, numericamente esprimibili, arbitrariamente stabiliti dal compositore.

 

PROGRAMMA
Inizialmente verranno illustrate le basi di questo ambiente di programmazione e successivamente saranno approfondite le tecniche di composizione algoritmica e di gestione degli eventi sonori.

Il programma prevede:

– Illustrazione del concetto di evento sonoro
– “L’algoritmo del gusto”: Considerazioni sull’approccio procedurale alla composizione
– Introduzione e gestione di componenti aleatorie nella creazione e nel controllo degli eventi sonori
– Illustrazione di tecniche per la gestione degli eventi sonori nel tempo e per la gestione delle altezze
– Esempi di tecniche di composizione procedurale e assistita al calcolatore
– Gradi di libertà e gradi di dipendenza del processo compositivo
– Tecniche di analisi e di estrapolazione di dati per la composizione algoritmica (descrittori del suono e analisi di Fourier)

Il programma è estremamente flessibile ed adattabile alle esigenze dei partecipanti che emergeranno nel corso dell’incontro. L’ultima ora di workshop sarà dedicata ad approfondire i progetti dei partecipanti

PARTECIPANTI
Il workshop è rivolto sia a coloro che hanno esperienza e desiderano approfondire sia a coloro che si avvicinano ora a questo linguaggio di programmazione; verranno creati gruppi di lavoro che affronteranno argomenti proporzionati alle loro competenze.

ATTREZZATURA
I partecipanti dovranno portare il loro computer con max7 già installato, la versione demo é scaricabile gratuitamente dal sito http://cycling74.com/. E’ consigliato, ma non obbligatorio, avere installato sul proprio computer Ableton Live (la cui versione demo è scaricabile all’indirizzo https://www.ableton.com/en/trial/) o un altro DAW di preferenza (Cubase, Pro tools, Logic, ecc…).
Consigliamo di portare un paio di cuffie per le prove audio ed eventuali controller midi.

IL DOCENTE
Matteo Marson – Compositore, artista multimediale e sviluppatore software – Nasce a Vizzolo Predabissi (MI) nel 1988, studia Strumenti a Percussione presso il conservatorio di Piacenza e Musica Elettronica preso il conservatorio di Torino. Dal 2005 compone colonne sonore per film e contributi musicali per spot pubblicitari. Realizza installazioni multimediali e composizioni audio-video caratterizzate da un uso massivo delle tecnologie e di tecniche di composizione algoritmica. Nel 2017 è vincitore del Premio delle Arti per la categoria Musica Elettronica.

Per contattare il docente scrivere a matteomarsonmusic@gmail.com

ISCRIZIONE
Per iscrivervi, compilate il seguente modulo.
Contributo per la partecipazione a un workshop: 100 euro; ridotto studenti e Patreon: 70 euro.
L’attività è riservata ai soci dell’associazione micron; è possibile associarsi per partecipare ai workshop.

Per maggiori informazioni, scrivere a micron@spaziomicron.it